Volvo Penta 1930

1930-1939

All'inizio degli anni '30, Penta produceva ogni anno sempre più motori con marchio Volvo che con marchio Penta, e l’interesse finanziario di Volvo in Pentaverken aumentò. La produzione di motori marini, industriali e automobilistici sotto lo stesso tetto non era più così fluida ed efficiente come nei primi tempi. Nonostante la tempestiva introduzione (già nel 1930) dell'analisi di tempi e metodi e della produzione in catena di montaggio, si verificavano costantemente problemi, particolarmente in primavera e in estate, ovvero in alta stagione per Volvo e per altri clienti. Volvo era un cliente esigente e molto ambito da tante altre aziende svedesi, quindi spesso era necessario lavorare giorno e notte per completare i suoi ordini.

1935: l'acquisizione da parte di Volvo

1935: l'acquisizione da parte di Volvo

Per Penta, Volvo divenne sempre più importante finché, nel 1935, quest'ultima acquistò l'azienda di produzione dei motori attribuendogli il nome Volvo Pentaverken. Nello stesso anno Volvo trasferì a Göteborg un reparto di progettazione e vendita di motori non destinati al settore automobilistico e fondò, sempre nella stessa città, la AB Pentaverken, l'azienda da cui nacque AB Volvo Penta. Lo stesso anno, venne introdotto il motore Hesselman: un motore a petrolio greggio a sei cilindri con minimo a 3 cilindri, un sistema all'avanguardia per l'epoca. In questo periodo, per la prima volta nell'azienda furono assunte donne.