Volvo Penta 2000

2000-2009

Il nuovo millennio vede la conferma dell'attenzione allo sviluppo di nuove tecnologie, semplici e in grado di migliorare le prestazioni, a vantaggio dei diportisti e dei clienti per applicazioni commerciali e industriali. Viene inaugurato un nuovo stabilimento di assemblaggio in Cina, mentre l'impianto di Vara viene ampliato per poter gestire la nuova gamma di modelli e le nuove tecnologie. Le vendite e la redditività aumentano e Volvo Penta è l’azienda che ottiene i migliori risultati nell'intero Gruppo Volvo.

2000: nuovo stabilimento di produzione

2000: nuovo stabilimento di produzione

Viene inaugurato un nuovo stabilimento di assemblaggio in Cina. L'impianto di Vara viene ampliato per poter gestire la nuova gamma di modelli e le nuove tecnologie. Le vendite e la redditività aumentano e Volvo Penta è l’azienda che ottiene i migliori risultati nell'intero Gruppo Volvo. Viene lanciato il motore D12 per imbarcazioni da diporto, mentre la gamma di motori commerciali viene ampliata fino a 2.000 CV.

2001: test rigorosi per i motori nella Volvo Ocean Race

2001: test rigorosi per i motori nella Volvo Ocean Race

Ogni imbarcazione partecipante alla regata Volvo Ocean Race 2001-2002 è dotato di due motori Volvo Penta: un motore propulsivo, che può essere utilizzato esclusivamente nelle situazioni di emergenza durante la regata, e un motore ausiliario per l'erogazione a bordo di elettricità e acqua dolce e per l'alimentazione delle pompe per acqua di zavorra. Durante l’intera regata, l'equipaggio può usufruire dell'assistenza fornita da alcuni degli oltre 5.000 dealer Volvo Penta di tutto il mondo. Questo è anche l'anno del lancio del KAD300, l'ultima versione del "motore fence", che diventerà il motore diesel entrofuoribordo più venduto al mondo.

2002: nuova elica per barche a vela

2002: nuova elica per barche a vela

Infranti tutti i record, il risultato di quest'anno segna l'apice per Volvo Penta, il cui utile di esercizio per il 2002 tocca i 647 milioni di corone svedesi. Sempre nel 2002 viene lanciata l'elica a 4 pale abbattibili per barche a vela.

2003: definizione di un nuovo standard

2003: definizione di un nuovo standard

I successori del "motore fence" (D4, D6, D3) definiscono nuovi standard nel settore marino. Questa nuova generazione di motori diesel proprietari è più ecologica, veloce e silenziosa. Inoltre, Volvo Penta lancia EVC (Electronic Vessel Control), una piattaforma elettronica e un sistema completo che consente al motore, ai sistemi di comando, agli strumenti e ad altre funzioni di un'imbarcazione di integrarsi, comunicare tra loro e scambiare informazioni. Molto versatile ed espandibile, il sistema può essere aggiornato con un nuovo software.

2005: l'anno dell'IPS

L'evento più importante dell'anno fu l'introduzione del rivoluzionario sistema IPS di Volvo Penta. Il settore delle imbarcazioni si trova ad affrontare il più grande cambiamento dal lancio della trasmissione Aquamatic del 1959. Le barche risultano più veloci, più resistenti, più confortevoli, più efficienti nei consumi e facili da manovrare come un'automobile. Il successo arrivò immediatamente e nel 2009, dopo solo quattro anni, un cliente ricevette il sistema Volvo Penta IPS n. 10.000.

2006: ormeggio facile con il joystick

2006: ormeggio facile con il joystick

A gennaio 2006, il joystick per Volvo Penta IPS fu presentato al London Boat Show. I vantaggi dell'ingegnoso joystick di Volvo Penta sono evidenti: al pilota bastano pochi, semplici movimenti della mano per ormeggiare la barca anche in condizioni di vento forte. È sufficiente muovere il joystick nella direzione in cui si desidera spostare l'imbarcazione: al resto pensa Volvo Penta IPS.

2007: un brindisi ai primi 100 anni

2007: un brindisi ai primi 100 anni

Il 2007 segna il centenario di Volvo Penta come azienda. Il successo di Volvo penta IPS è in rapida crescita: ormai oltre 100 modelli di barche montano questo innovativo sistema di propulsione. La gamma di motori diesel per gruppi poppieri viene ulteriormente ampliata. Viene fondata Volvo Penta Oceania, interamente di proprietà, per poter essere presenti anche in quella zona. Le vendite di motori industriali restano elevate, così come quelle nel settore marino commerciale.