Sfida alle forze della natura

Per alcune persone, vivere in mare è più appagante che vivere a terra. La skipper Dee Caffari la pensa così e accetta per la seconda volta una sfida durissima: la Volvo Ocean Race.
Dee Caffari

Dee Caffari ha circumnavigato il mondo cinque volte, ed è stata la prima donna a navigare intorno al globo, in solitaria e senza tappe, in entrambe le direzioni: non sorprende quindi che si senta molto più felice quando è in mare.

"Adoro l'infinità dell'orizzonte, l'essere immersa nella natura e poterne imbrigliare le forze, perché il vento e le onde ti ricordano in ogni momento che sono loro a comandare".

Ma essere così vicini a madre natura offre anche un altro punto di vista. Grazie alle sue frequenti traversate, la velista britannica ha ben chiaro in quale situazione versino gli oceani. Durante la Volvo Ocean Race 2017-18, guiderà Turn The Tide On Plastic, un team giovane ed eterogeneo che avrà la missione di sensibilizzare l'opinione pubblica sul problema dell'inquinamento da materie plastiche negli oceani e dare maggiore risonanza alla campagna ambientale Clean Seas (#cleanseas) lanciata dalle Nazioni Unite.

 

Equipaggio del Turn the Tide on Plastic

A bordo del "Turn the Tide on Plastic", Dee Caffari guida un team giovane ed eterogeneo, composto in egual misura da uomini e donne, in gran parte sotto ai 30 anni. 

"Passo molto tempo in mare e vedo galleggiare i tantissimi rifiuti che lo inquinano. È ormai noto che i pesci ingeriscono la plastica presente negli oceani e che, a sua volta, finisce nei nostri piatti: penso sia il momento giusto per affrontare il problema e rendere sempre più persone coscienti dell'impatto che hanno sull'ambiente".

Le barche da regata spesso navigano a velocità elevate, in condizioni in cui un'estrema manovrabilità è essenziale. La barca, l'equipaggio e le attrezzature sono spinti ai limiti: ecco perché il motore di bordo, un Volvo Penta D2-75, è progettato per affrontare le condizioni più difficili in mare. Non è consentito utilizzare i motori durante la regata, ma le barche devono comunque produrre elettricità.

 

La barca da regata Volvo Ocean 65

La barca da regata Volvo Ocean 65 ha una lunghezza fuori tutto di 66 piedi (20,37 m) e un'altezza di 99,4 piedi (30,30 m), per un peso di circa 12,5 tonnellate.

"Parliamo di barche in grado di imbrigliare le forze della natura ma, per mantenere funzionanti tutti i sistemi, serve energia, serve affidabilità nelle condizioni più estreme e il motore Volvo Penta è la soluzione Si tratta di un sistema indistruttibile, che continuerà a funzionare qualunque cosa accada".

Durante la regata vera e propria la trasmissione è sigillata, ma il motore viene utilizzato per soddisfare la richiesta di elettricità per computer, apparecchiature di navigazione, luci e unità di comunicazione di bordo. Inoltre, il motore di bordo eroga potenza alle batterie per alimentare il dissalatore, che trasforma l'acqua salata in acqua dolce.

"Grazie alla possibilità di comunicare, tutti possono essere virtualmente con noi nella nostra regata intorno al mondo, ma per far questo serve energia, che dobbiamo produrre. È fondamentale per mantenere il sistema attivo e consentire a tutti di fare questo viaggio insieme a noi".

Scheda tecnica: rifiuti plastici in mare

  • Si stima che, ogni anno, 8 milioni di tonnellate di plastica finiscano negli oceani, e questa cifra è destinata solo a salire.

  • Si ritiene che una grande quantità di plastica si inabissi fino al fondale, ma molta resta in superficie e galleggia. Una bottiglia di plastica impiega circa 450 anni a decomporsi.

  • Moltissimi rifiuti plastici in mare si scompongono in particelle più piccole che vengono ingerite dagli animali marini e, attraverso di essi, arrivano nei nostri piatti.
Episodio 3: Volvo Ocean 65

Episodio 3: Volvo Ocean 65

Sfida alle forze della natura

In questo episodio, la skipper Dee Caffari racconta il suo amore e la sua preoccupazione per il mare e per le sfide che lei e il suo equipaggio dovranno affrontare nella regata più dura del mondo. Per la sesta volta, le barche che partecipano alla Volvo Ocean Race saranno equipaggiate con motori Volvo Penta. 

Tutto questo è Boating Dreams

Tutto questo è

Boating Dreams

In tema di nautica, ognuno ha i propri sogni: è questo il concetto che vogliamo evidenziare. Nella serie di video Boating Dreams, incontreremo diverse persone che racconteranno i propri sogni riguardo alle barche e alla vita in mare. Continua a seguirci per non perdere i nuovi episodi!

Scopri la nostra offerta

Volvo Penta’s offering is based on our proven marine experience and expertise. With Easy Boating as our guiding light, we offer boat owners all over the world the very best in engine and propulsion technology as well as accessories and additional options.

SOLUZIONI PER IMBARCAZIONI A VELA

Soluzioni per imbarcazioni a vela

Un'offerta completa per barche a vela

Con oltre cento anni di esperienza in campo marino, Volvo Penta è in grado di offrire ai velisti di tutto il mondo una linea di soluzioni di alta qualità, che spazia da sistemi di propulsione affidabili e avanzati a servizi e assistenza, passando per eliche e accessori.

Esplora l'offerta Volvo Penta per barche a vela
Il motore D2-75

Il motore D2-75

Tante esigenze, un solo motore

Il Volvo Penta D2-75 è un motore diesel da 2,2 litri e 4 cilindri, progettato per affrontare le condizioni più estreme in mare. Durante la Volvo Ocean Race, il motore D2-75 eroga l'elettricità necessaria per i computer, le attrezzature di navigazione, le luci e le unità di comunicazione di bordo.

Scopri di più sul motore D2-75
Volvo Ocean Race

Volvo Ocean Race 2017–2018

Potenza per la Volvo Ocean Race

Volvo Ocean Race è la regata professionistica più lunga al mondo e una delle più importanti competizioni velistiche d'altura. Per la sesta volta, Volvo Penta sarà uno dei fornitori ufficiali della Volvo Ocean Race, e fornirà alle imbarcazioni sia i motori, sia i relativi servizi di manutenzione e assistenza.

Volvo Penta e Volvo Ocean Race