Volvo Penta presenta i gruppi propulsivi D4 e D6 di nuova generazione

Dopo oltre 100.000 unità prodotte, per i gruppi propulsori marini Volvo Penta D4 e D6 è il momento di un aggiornamento totale e completo, grazie al quale offriranno più potenza e affidabilità a costi operativi ridotti di un terzo. Negli aggiornamenti saranno inclusi motori di nuova concezione, un gruppo poppiero Aquamatic completamente nuovo, una trasmissione IPS aggiornata e un upgrade del sistema EVC (Electronic Vessel Control). 

1860x1050-Launch-film-D4-D6

Dopo oltre 100.000 unità consegnate dalla loro introduzione nel 2003, Volvo Penta ha completamente revisionato i suoi gruppi propulsivi D4 e D6, creando soluzioni di nuova generazione disponibili in tre diverse varianti: Volvo Penta IPS, entrobordo e gruppo poppiero Aquamatic.

I vantaggi riguardano praticamente tutti gli aspetti importanti per i proprietari di imbarcazioni, come le prestazioni, l'affidabilità, la durata, i costi di esercizio e la manutenzione. Inoltre, grazie ai miglioramenti l'esperienza si fa più piacevole, con maggiore comfort a bordo e manovrabilità.

Miglioramenti significativi dai comandi alle eliche
Anche se dall'esterno i cambiamenti non sono così evidenti, in pratica è stato aggiornato ogni aspetto di questo sistema totalmente integrato, dai comandi alle eliche.

Tra gli altri miglioramenti, la riprogettazione dei motori garantisce maggiore potenza e coppia con la massima affidabilità. Grazie all'abbinamento perfetto con una trasmissione IPS aggiornata e il nuovo gruppo poppiero DPI Aquamatic il comfort e la manovrabilità aumentano, mentre la manutenzione e l'assistenza si fanno più semplici.

Revisione del motore
Il gruppo D4/D6 è il più tecnicamente avanzato dell'azienda. Progettati specificatamente per applicazioni marine, il D4 da 3,7 litri e il D6 da 5,5 litri erogano l'esclusiva coppia marina di Volvo Penta, che garantisce la massima efficacia della propulsione a ogni velocità. Data la riprogettazione della maggior parte dei componenti, non si tratta di un semplice lifting. I motori D4 e D6 sono disponibili con potenze da 150 a 480 CV. Con le specifiche top di gamma, il D4 ha ora una potenza massima di 320 CV, che arriva a 480 CV per il D6. Questi motori non garantiscono solo il 10% di potenza in più nella gamma, ma sono anche tra lo 0,5% e il 7,0% più efficienti nei consumi (nel ciclo E5).

Tra i molti aggiornamenti sono compresi un nuovo sistema di gestione del motore, un nuovo sistema di iniezione del carburante, un turbocompressore e un sovralimentatore nuovi, come nuovi sono la testata, i pistoni e le valvole per gestire prestazioni più elevate. Anche l'albero motore ora è più robusto per sopportare carichi più grandi.

Anche la manutenzione è più economica, grazie agli intervalli di assistenza più lunghi e al minor numero di voci: tutto ciò si traduce in un risparmio annuale in termini di carburante, ricambi e interventi di assistenza.

Dinamicità al top per le trasmissioni
Durata e affidabilità sono gli aspetti migliorati nella trasmissione IPS, ma i maggiori cambiamenti hanno riguardato la trasmissione DPI. Con la nuova frizione idraulica i cambi sono silenziosi e fluidi, e lo slittamento a regimi bassi si traduce in una maggiore manovrabilità e in un migliore comfort a velocità ridotte. Grazie alla frizione idraulica e al collegamento steer-by-wire (ora di serie per DPI), la funzione di ormeggio con joystick è più avanzata. Ora la trasmissione DPI è dotata anche di Dynamic Positioning System, che mantiene automaticamente la rotta e la posizione dell'imbarcazione anche in presenza di correnti forti o vento: è l'ideale durante le fasi di preparazione all'ormeggio. La versione entrobordo è disponibile anche per trasmissioni in linea d'asse e a idrogetto.

Sistema EVC (Electronic Vessel Control)
In questa ampia gamma di miglioramenti ai sistemi marini D4/D6, spicca il sistema EVC2, la nuova generazione del sistema EVC (Electronic Vessel Control) di Volvo Penta. Primo importante aggiornamento dal lancio del sistema nel 2003, EVC2 connette e gestisce le comunicazioni interne tra il motore e le leve, i display ecc. Grazie a un nuovissimo sistema operativo, EVC2 è ora più indipendente dal motore e rivestirà una grande importanza nelle barche costruite in futuro, in particolare per quanto riguarda le diagnosi da remoto e la connettività.

La moderna architettura elettrica del sistema EVC2 consentirà di connettere più elementi a bordo della barca, così da offrire più funzionalità per gli utenti e una maggiore flessibilità nella progettazione delle imbarcazioni per i cantieri navali.  Tutto questo prevede un unico punto di connessione per il download di software e per la diagnostica, mentre una funzione di assistente di bordo riporta in tempo reale tutte le informazioni per la manutenzione. Nuovo look anche per le leve di comando e il joystick, che ora presentano una moderna finitura grigia satinata.

Il sistema EVC2.0 offre vantaggi immediati e non solo, perché offre possibilità ugualmente interessanti per il futuro. Consentirà infatti la connessione di tutte le nuove funzioni nelle barche e aprirà la strada a nuovi servizi in ogni parte del mondo, quando saranno disponibili la connessione automatica e le funzioni elettriche.

Puntiamo sempre in alto. Molto in alto
L'attuale posizione di leadership nel mercato non ha impedito a Volvo Penta di migliorare significativamente e quasi in ogni aspetto i motori D4/D6, i suoi prodotti di punta. Gli interventi si concentrano sugli aspetti più importanti per i proprietari di barche, in particolare sulla diminuzione dei costi di gestione e sul miglioramento di affidabilità, durata e prestazioni. Perché puntiamo sempre in alto. Molto in alto.

Scarica le immagini ad alta risoluzione >

Per ulteriori informazioni, contattare:

Jennifer Humphrey
Brand, Communication and Marketing
AB Volvo Penta
Tel: int +46 (0) 31 323 30 55
Email: jennifer.humphrey@volvo.com

Related News